TwitterFacebookGoogle+

Cosa ha fatto Trump nel suo primo giorno di lavoro

Dall’uscita dal Tpp (Trans-Pacific Partnership) al divieto di trasferire fondi federali alle Ong che sonstengono l’aborto. Ecco in pillole gli atti firmati dal presidente americano, Donald Trump, nella sua prima giornata di lavoro alla Casa Bianca.

L’uscita dal Trans-Pacific Partnership (TPP)

Trump ha firmato il decreto per il ritiro di Washington dal TPP. Si tratta di un trattato tra 12 Paesi che si affacciano sull’Oceano Pacifico, firmato nel febbraio scorso, ma non ancora ratificato. L’accordo prevede la riduzione di dazi su 18mila prodotti e la semplificazione di norme sui diritti dei lavoratori e sul copyright.

La diretta della prima conferenza stampa alla Casa Bianca

Congelate le assunzioni nel governo, eccetto per i militari

Il presidente ha firmato un ordine esecutivo che congela le assunzioni nel governo federale, a eccezione dei militari. 

Ripristinato bando su fondi a Ong che sostengono l’aborto

Un altro ordine esecutivo ha riguardato i fondi per le organizzazioni internazionali non governative che sostengono l’aborto. In pratica, da ora gli in poi fondi federali non potranno più andare a quelle Ong che forniscono informazioni o agevolano l’interruzione di gravidanza.

La rinegoziazione del Nafta (North American Free Trade Agreement)

Sul tavolo di Trump c’è anche un altro ordine esecutivo. Quello per rivedere il Nafta, l’accordo di libero scambio tra Usa, Messico e Canada.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.