TwitterFacebookGoogle+

Cosa sappiamo dell'attacco terroristico in Belgio in cui sono morte 4 persone

Torna il terrore in Europa: nel centro di Liegi, in Belgio, un uomo armato ha sparato e ha ucciso due poliziotti e un passante, prima di prendere in ostaggio una donna ed essere quindi colpito a morte dalle forze di sicurezza. L’uomo avrebbe urlato ‘Allah Akbar’, il grido degli jihadisti, secondo quanto riferito da testimoni citati da La Libre Belgique.

Colpi d’arma da fuoco sono risuonati poco dopo le 10.30 in pieno centro, vicino a Boulevard d’Avroy. L’uomo ha sparato ai due poliziotti all’esterno del cafè des Augustins. Un proiettile ha ucciso un uomo che si trovava in macchina in quel momento. L’uomo ha poi preso in ostaggio una donna delle pulizie che lavora al liceo di Waha, prima di essere ‘neutralizzato’ dagli agenti. Gli studenti del liceo sono al sicuro e il sindaco della città, Willy Demeyer si è recato sul posto.

Il ministro dell’Interno Jan Jambon ha fatto sapere che il governo “monitora la situazione”

Il procuratore federale belga competente per i casi di terrorismo ha rilevato l’inchiesta sulla sparatoria “perché ci sono elementi che vanno nella direzione di un attentato”, ha detto Eric Van Der Sypt, portavoce della procura. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.