TwitterFacebookGoogle+

Cosa sappiamo finora del bambino di 11 anni scomparso a Mirandola venerdì

Articolo aggiornato alle ore 11,40 del 27 maggio 2018.

Mohammed Zubair, 11 anni di nazionalità pakistana, è scomparso a Mirandola, paese in provincia di Modena, venerdì pomeriggio, intorno alle 17. La zia, Sobia Liaot,  ha raccontato al Resto del Carlino: “Sono tornata a casa intorno alle 17, e lui non c’era più, e neppure la sua bicicletta, così sono andata al parco giochi, dove spesso andava a giocare con i ragazzini del quartiere, ma non era neppure lì”.

Formale denuncia di scomparsa è stata presentata proprio dagli zii ai carabinieri di Mirandola venerdì sera alle 20. Da quel momento sono scattate le ricerche in paese ma anche nell’hinterland. Le forze dell’ordine hanno diffuso una immagine del bambino anche alle stazioni fuori dalla provincia (non anche alla popolazione come si era appreso in un primo momento). Mohammed era in Italia con gli zii dall’età di due anni, dal 2009.

“Mio fratello, il papà del bambino, è morto tre mesi fa, e la moglie è rimasta sola con sei figli”, racconta sempre al Carlino il signor Sarwar, lo zio muratore, che faceva le veci dei genitori in Italia.

Il bambino non si era mai allontanato da casa prima di venerdì senza avvertire gli zii e i conoscenti. Alle ricerche stanno partecipando anche i vicini e della zona dove abita la famiglia di Mohammed, in via De Amicis.

Mirandola, scompare bimbo di undici anni: via alle ricerche [news aggiornata alle 21:38] https://t.co/PMByE2Hya1

— Repubblica Bologna (@rep_bologna) 26 maggio 2018

Si allontanano, nella pista degli inquirenti, le ipotesi di un dissidio familiare che non hanno per ora riscontri di prove: nel quartiere invece temono che il bimbo possa aver dato troppa confidenza a uno sconosciuto di passaggio nella via.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.