TwitterFacebookGoogle+

Cosa si sono detti Donald Trump e Theresa May

Washington – “Oggi gli Stati Uniti rinnovano la speciale relazione con il Regno Unito”. Cosi’ il presidente americano Donald Trump, durante la conferenza stampa congiunta alla Casa Bianca con la premier britannica Theresa May, il primo leader straniero a varcare la soglia della Casa Bianca dell’era Trump. “E’ un grande onore averla qui per la prima visita di Stato”, ha detto Trump sottolineando che le relazioni tra i due Paesi “sono stati una forza per la pace e la stabilità”. E impegnandosi ad aprire, appena la Brexit sarà compiuta, un canale privilegiato negli scambi commerciali tra i due Paesi. Ecco le frasi clou dei due leader:
 

Donald Trump

  • “La Brexit è un fantastico asset per il vostro Paese”
  • “Una Gran Bretagna libera ed indipendente rappresenta una benedizione per il mondo”
  • La telefonata con il presidente messicano Enrique Pena Nieto “è stata amichevole, ma gli Usa non possono continuare a perdere posti di lavoro”.
  • “Per quanto riguarda le sanzioni alla Russia, è davvero troppo presto per parlarne. Ma se possiamo avere una grande relazione con la Russia, con la Cina e con tutti i Paesi io sono a favore
  • La tortura?  “Mattis (il suo ministro della Difesa, ndr.) ha detto di non credere nella tortura. Io non concordo necessariamente ma sara’ lui a decidere, perché io gli ho dato questo potere”.

 

Theresa May

  • “Congratulazioni per l’incredibile vittoria elettorale”
  • Il presidente Donald Trump ha confermato di essere a favore “della Nato al 100%”
  • La regina Elisabetta ha invitato il presidente Donald Trump in visita ufficiale nel Regno Unito e lui ha accettato
  • I futuri accordi “cementeranno la cruciale relazione” tra i due Paesi
  • “Ci saranno momenti in cui saremo in disaccordo. Il punto della speciale relazione risiede nel fatto di avere una discussione onesta ed aperta”

 

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.