TwitterFacebookGoogle+

Crac Alitalia: chiesta condanna Cimoli e altri 5 manager

(AGI) – Roma, 30 giu. – Sei condanne e un’assoluzione: sono le richieste avanzate dalla procura per i sette ex manager finiti sotto processo a Roma in relazione al dissesto della vecchia Alitalia nel periodo compreso tra il 2001 e il 2007 per perdite di oltre 4 miliardi di euro attraverso una serie di operazioni “abnormi o ingiustificate sotto il profilo economico e gestionale”. Il procuratore aggiunto Nello Rossi e i pm Maria Francesca Loy e Stefano Pesci hanno chiesto ai giudici della sesta sezione penale del tribunale di Roma di infliggere 6 anni di reclusione a Giancarlo Cimoli, presidente e amministratore delegato della compagnia area dal maggio 2004 al febbraio 2007, senza concessione delle attenuanti generiche, e di condannare a 3 anni e mezzo Gabriele Spazzadeschi, all’epoca direttore centrale del settore Amministrazione e Finanza, a 3 anni Francesco Mengozzi, amministratore delegato dal febbraio 2001 al febbraio 2004, e Pierluigi Ceschia, gia’ responsabile del settore Finanza Straordinaria, a 2 anni e mezzo l’ex funzionario Leopoldo Conforti, a 2 anni l’altro ex funzionario Giancarlo Zeni. L’assoluzione e’ stata sollecitata per Gennaro Tocci, gia’ responsabile del settore Acquisti e Gestione Asset Flotta. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.