TwitterFacebookGoogle+

Crolla la borsa di Atene e sprofondano le banche. Listini europei contrastati

(AGI) – Roma, 28 gen. – Le borse europee chiudono contrastate una giornata segnata da un ulteriore crollo della borsa di Atene, che perde il 9,24% in seguito alla decisione del nuovo governo di bloccare le privatizzazioni dei porti e della Pcc, la principale societa’ elettrica del paese, che cede il 13,93%. A segnare i ribassi piu’ impressionanti sono ancora, pero’ le banche, per via del timore che i fondi per la ricapitalizzazione degli istituti di credito vengano dirottati verso altre destinazioni. Alpha Bank segna -26,76%, Eurobank -25,93%, Piraeus -29,26%, National Bank -25,45%. Positive Francoforte (Dax +0,78% a 10.710,97 punti) e Londra (Ftse 100 +0,21% a 6.825,94 punti). Negative, invece, Parigi (Cac 40 -0,29% a 4.610,94 punti) e Milano (Ftse Mib -0,81% a 20.478,44 punti). Pesante Madrid, con l’indice Ibex che arretra dell’1,7% a 10.418,3 punti. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.