TwitterFacebookGoogle+

Crolla una palazzina a Torre Annunziata: 4 persone sotto le macerie

Una palazzina di quattro piani è crollata a Torre Annunziata, in provincia di Napoli. Secondo le informazioni dei Vigili del fuoco, al lavoro sul posto, potrebbero essere coinvolte due famiglie. La palazzina in cui si è verificato il crollo a Torre Annunziata è in via rampa Nunziante. A cedere sono stati il terzo e il quarto piano di una residenza privata. I Carabinieri sono intervenuti sul posto, insieme ai Vigili del fuoco. Tre i nuclei familiari che abitavano a quei piani, e secondo prime frammentate notizie, almeno quattro o cinque persone sono rimaste sotto le macerie.

Le notizie su quanto accaduto sono ancora frammentarie e i vigili del fuoco si muovono con estrema precauzione tra le macerie, essendo stata avviata da poco la messa in sicurezza del luogo in modo da procedere allo scavo. In questo momento sono al lavoro tre squadre di vigili e sta arrivando da Roma un carro crolli, inoltre ci sono macchine movimento terra e stanno arrivando anche gli specialisti dei vigili del fuoco in grado di lavorare all’interno di luoghi a rischio crolli. Allertata anche una unità cinofila di Benevento. E’ stato, poi, chiuso un tratto di Circumvesuviana a ridosso dell’area interessata dal crollo. Per i vigili potrebbero essere state sepolte dalle macerie tra le 4 e le 8 persone. Il crollo all’alba ed è stato preceduto da un boato avvertito da molte persone nel tratto di strada litoranea in cui insiste la palazzina crollata. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.