TwitterFacebookGoogle+

Da quando si è insediato il Parlamento ha approvato una sola legge

In 71 giorni di lavori, il Parlamento italiano ha approvato una sola legge. E’ uno dei dati che emerge da ‘Numeri alla mano’ di Openpolis che settimanalmente fa il punto sull’andamento dei lavori alle Camere.

1 legge approvata 

La 18esima legislatura il parlamento italiano ha approvato una sola legge. Il testo approvato è il decreto sull’autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (Arera), deliberato dal dimissionario governo Gentiloni. Vedi l’iter dell’atto

61 organi bloccati

La prolungata mancanza di un governo ha impedito la costituzione di molti organi parlamentari: 28 commissioni permanenti, 10 commissioni bicamerali, 5 giunte, 4 delegazioni presso organi internazionali, 1 comitato legislativo e 13 commissioni d’inchiesta (una media tra bicamerali e monocamerali). Vedi gli organi del parlamento

5 sedute della commissione speciale 

Tra camera e senato sono solo 2 le commissioni già costituite: la commissione speciale, presente in entrambi i rami. Nell’ultima settimana è stata convocata 3 volte quella di Montecitorio e 2 quella di Palazzo Madama, per un totale di 5 incontri. Vedi la composizione

Primo voto ribelle

Sul decreto Alitalia il senatore di Fratelli d’Italia Francesco Zaffini ha espresso parere favorevole. In tre voti finali da inizio legislatura è il primo caso di voto ribelle. Il suo gruppo parlamentare infatti ha deciso di astenersi, a differenza del resto dell’aula che come Zaffini ha votato a favore. Vedi il resoconto del voto

4 decreti legge 

Nell’ultima settimana il dimissionario governo Gentiloni ha deliberato un decreto legge per le zone terremotate del centro Italia. Si tratta del quarto provvedimento d’urgenza che l’attuale parlamento dovrà discutere ed eventualmente approvare. Situazione resa particolare dalla presenza di una maggioranza fortemente avversa al governo uscente. Vedi l’analisi di Openpolis

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.