TwitterFacebookGoogle+

Da Renzi alla Lega, la politica sconvolta dall'attacco

Roma – “Con il cuore e la mente a Bruxelles, Europa”: questo il primo commento del premier Matteo Renzi, che oggi allle 15 presiederà il Comitato Nazionale di Sicurezza al Viminale, in risposta alla serie di attentati che hanno sconvolto stamattina la capitale belga.

Per il presidente Sergio Mattarella, “gli ultimi, gravissimi attentati di Bruxelles confermano tragicamente che l’obiettivo del terrorismo fondamentalista e’ la cultura di liberta’ e democrazia”. “Esprimo il mio cordoglio per le vittime e la piu’ decisa condanna per gli esecrabili atti di violenza. Va ribadita la ferma convinzione che la risposta alla minaccia terroristica deve trovare saldamente uniti i Paesi dell’Unione Europea” afferma il presidente in una dichiarazione diffusa dal Quirinale.  “Occorre affrontare questa sfida decisiva – prosegue – con una comune strategia, che consideri la questione in tutti i suoi aspetti: di sicurezza, militare, culturale, di cooperazione allo sviluppo”. “In gioco – avverte il Capo dello Stato – ci sono la liberta’ e il futuro della convivenza umana”.

Il presidente del Senato Pietro Grasso l’attacco richiede una risposta politica di unità e fermezza: “Le notizie di questa mattina ci angosciano profondamente. Il pensiero va immediatamente a tutti coloro che soffrono, ai familiari delle vittime, ai feriti e a tutti i cittadini che si trovano in questo momento a vivere quello che è un attacco alle capitali d’Europa”. “Dobbiamo – ha aggiunto – ricollegarci ai valori fondanti dell’Europa”. E “l’obiettivo immediato – ha proseguito – puo’ essere quello di fare circolare rapidamente o addirittura in tempo reale, le informazioni per prevenire attentati di questo genere e salvare vite umane”. 
“Sappiamo – ha sottolineato – che e’ gia’ stato convocato il Comitato per la sicurezza. Abbiamo piena fiducia nella professionalita’, nell’impegno, nella dedizione delle forze dell’Ordine, dei servizi segreti e della magistratura”.

Quello di questa mattina, afferma il ministro dell’Interno Angelino Alfano, è efferato attacco terroristico che colpisce il cuore dell’Europa. Il ministro da stamattina è in “stretto e costante contatto” con i vertici delle forze di polizia e dei Servizi di intelligence. “Il mio pensiero – afferma il ministro – va ai familiari delle vittime e alle persone coinvolte”. 

Il presidente della Camera, Laura Boldrini, scrive su Twitter: “Dolore e sgomento per attacco a Bruxelles e al cuore dell’Europa. Oggi piu’ che mai serve risposta unitaria. Il terrorismo non ci piegherà”. 

Le fa eco Maria Elena Boschi che twitta “Siamo tutti a Bruxelles. Dolore e commozione”.

Sceglie lo stesso social network anche Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio: “Strazio e tormento vedendo impressionanti immagini che arrivano da Bruxelles. E’ attacco a liberta’. Ci stringiamo, commossi, al popolo belga”. Poi alla Camera aggiunge: “Non e’ pensabile che il governo sia senza maggioranza al Senato, se non acquisita di volta in volta. Cosi’ non si e’ in grado di rispondere alle emergenze”. Renato Brunetta, prendendo la parola in apertura di seduta alla Camera, guarda all’emergenza terrorismo, ma anche a quella che il capogruppo FI alla Camera individua nella situazione economica, interne e internazionali, e offre “la massima disponibilita’, a nome del nostro gruppo e del partito, in quadro di unita’ nazionale”.

“Poi dite che non siamo in guerra” scrive su Facebook

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.