TwitterFacebookGoogle+

Dacca,ucciso cooperante italiano Site: Isis rivendica l'attentato

(AGI) – Dacca, 28 set. – Un cooperante italiano di 50 anni, e’ stato ucciso da tre colpi di arma da fuoco a Dacca, capitale del Bangladesh. Lo rende noto la polizia locale. Il cooperante si chiamava Cesare Tavella. Lavorava per la Icco Cooperation, organizzazione che si occupa di cooperazione allo sviluppo ed ha uffici in Bangladesh. Il suo decesso e’ avvenuto in ospedale. L’Isis ha rivendicato l’omicidio del cooperante. Lo scrive Rita Katz, direttore del sito di intelligence Site.

L’intelligence italiana sta approfondendo i contatti con i servizi collegati nell’area per comprendere i perche’ dell’omicidio del cooperante italiano Cesare Tavella e verificare l’attendibilita’ della rivendicazione da parte dell Isis, rivendicazione che sembra presentare margini di ambiguita’. Secondo fonti dei nostri 007, infatti, in Bangladesh c’e’ si’ una presenza abbastanza nutrita di gruppi radicali islamici e di recente anche la nostra ambasciata aveva elevato l’allarme terrorismo, ma e’ difficile – almeno per il momento – dire se Tavella sia stato ucciso in quanto appartenente ad una ong occidentale, perche’ italiano (ma sembra improbabile) o per altri motivi. Una cosa sembra evidente: si sarebbe trattato di un omicidio mirato, non a scopo di rapina, visto che il cooperante e’ stato raggiunto mentre faceva jogging da tre colpi d’arma da fuoco esplosi da uomini in moto.

L’omicidio e’ avvenuto nella strada 90 della capitale, nell’area di Gulshan. L’attacco e’ stato portato da uomini in motocicletta. “Un 50enne, C.T., e’ stato raggiunto per tre volte da spari nella zona di Gulshan, nella capitale, oggi pomeriggio”, ha affermato un portavoce della polizia di Dacca, Muntashirul Islam. “E’ morto dopo essere stato trasportato in ospedale”, ha aggiunto.

Spagna, Gb e usa avevano dato l’allarme terrorismo

Breaking: #ISIS claims killing of Italian national Tavella Ceseara, an AISD employee, in #Bangladesh. pic.twitter.com/uEYYF3rrma

— Rita Katz (@Rita_Katz) 28 Settembre 2015

La dinamica dell’uccisione non e’ ancora chiara. Secondo il portavoce, i tre aggressori sono fuggiti a bordo di una motocicletta dopo aver aperto il fuoco. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.