TwitterFacebookGoogle+

Dal Vicariato di Roma ennesimo attacco alla libertà delle donne

“Ce lo aspettavamo. Non appena abbiamo letto la notizia della prossima distribuzione della pillola abortiva Ru486 nei consultori familiari della Regione Lazio abbiamo pensato che, puntuale come un orologio, sarebbe arrivata la condanna della Chiesa. Purtroppo avevamo ragione: a distanza di neanche 24 ore il Vicariato di Roma ha pensato bene di diffondere una nota in cui esprime tutto il proprio sconcerto. Ma lo sconcerto è il nostro: di questa guerra sul corpo delle donne non ne possiamo più”.

Il segretario dell’Uaar, Stefano Incani, interviene sulla polemica circa la distribuzione della Ru486 nei consultori familiari del Lazio annunciata ieri.

“A Zingaretti e alla sua giunta va tutta la nostra solidarietà: decisioni come questa, che all’estero sono già realtà da un pezzo, in un Paese come il nostro non sono affatto scontate e meritano dunque tutto il sostegno possibile”.

Comunicato stampa

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.