TwitterFacebookGoogle+

Dieci cose da fare (e non fare) contro gli incendi

Il rogo che in Portogallo è costato la vita a più di 60 persone deve suonare come campanello d’allarme per l’Italia, dove il rischio incendi è elevato a causa del caldo, della siccità.


Alcuni numeri per spiegare una stagione anomala

  • La primavera 2017 è stata la seconda più calda dal 1800 ad oggi
  • Un’anomalia sul termometro di +1,9 gradi
  • E’ stata la terza più asciutta con un deficit di quasi il 50%
  • L’inverno 2016/2017 è stato il terzo posto tra i più asciutti con il 48% di precipitazioni in meno
  • D’inverno si sono registrati valori di temperatura superiori di 0,49 gradi alla media di riferimento

(fonte Cnr)


Un mix esplosivo

Caldo e siccità sono un mix esplosivo che – sottolinea la Coldiretti – si somma all’avanzata del bosco che senza alcun controllo si è impossessato dei terreni incolti e domina ormai con 12 miliardi di alberi più di 1/3 della superficie nazionale con una densità che li rende del tutto impenetrabile ai necessari interventi di manutenzione, difesa e sorveglianza.

Dieci semplici regole

  1. Bello il pic-nic nel bosco, ma non accendete fuochi, nemmeno nelle aree coltivate vicine.
  2. Nelle aree attrezzate, dove è consentito, controllate costantemente la fiamma
  3. Verificate prima di andare via non solo che il fuoco sia spento, ma anche che le braci siano completamente fredde.
  4. Non gettate mai mozziconi o fiammiferi accesi dall’automobile, 
  5. Nel momento in cui si è scelto il posto dove fermarsi verificare che la marmitta della vettura non sia a contatto con erba secca che potrebbe incendiarsi.
  6. Non abbandonate mai rifiuti o immondizie nelle zone boscate
  7. Non gettare contenitori sotto pressione (bombolette di gas, deodoranti, vernici, ecc.) che con le elevate temperature potrebbero esplodere o incendiarsi facilmente.
  8. Se avvistate un incendio non prendete iniziative autonome
  9. Tenetevi sempre a favore di vento evitando di farsi accerchiare dalle fiamme
  10. Informate tempestivamente le autorità responsabili con i numeri di emergenza disponibili.

Per approfondire:

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.