TwitterFacebookGoogle+

DIRITTI CIVILI – Italiani pro eutanasia: 77%. Boom della povertà infantile. Il futuro dei cattolici: divenire minoranza

a cura di Carlo Troilo*

Sempre più gravi i dati sulla povertà infantile in Italia: perfino a Milano 13mila bambini soffrono la fame. Infuria la polemica sugli immigrati: Grillo si allinea a Salvini sulla linea dura, che non distingue fra immigrati e terroristi. Il nuovo ministro degli Interni prova a migliorare la situazione vergognosa dei CIE (non “centri di accoglienza”, come molti ritengono, ma “centri di identificazione e di espulsione”). Mentre gli italiani pro eutanasia salgono al 77%, la Chiesa, per bocca di Parolin, si prepara “ad essere minoranza” (ma certo non sarà una “minoranza silenziosa”). Diminuiscono gli aborti ed aumentano gli obiettori: ma rispondono alla coscienza o al portafoglio?. Alla Università di Stanford una commissione di professori “assolve” un campione di football che ha stuprato una compagna di corso: primo effetto Trump?
Finito il bisestile, auguri a tutti.

IN ITALIA

Fine vita

Nuova inchiesta di SGW: il 77% degli Italiani ritiene opportuno un intervento del Parlamento con una legge che regolamenti le scelte di fine vita, testamento biologico ed eutanasia.

Povertà infantile

Dati Istat: dal 2005 al 2015 i minori in condizioni di povertà assoluta sono passati dal 4% al’11% del totale, i giovani fra i 18 e i 34 dal 4% al 10%, mentre gli anziani sono stabili sul 4% (poco più di 500mila cittadini, contro circa 2 milioni di bambini e giovani). Ciò malgrado l’Italia continua a destinare a famiglia e minori solo il 5,4% della spesa sociale, contro una media europea dell’8,%. Mentre – rileva Chiara Saraceno – destina diversi miliardi al salvataggio delle banche.

Fame a Milano

La Caritas: tredicimila bambini soffrono la fame a Milano. Interviene la Fondazione Cariplo: è intollerabile.

Immigrazione e terrorismo

Gara di durezza fra Salvini e Grillo. Il primo chiede che siano bloccati tutti gli ingressi di immigrati, eccetto le donne e i bambini in fuga dalle guerre. Grillo chiede che da subito vadano via tutti gli immigrati irregolari, che sia sospeso Schengen in caso di attentati, che sia rivisto il trattato di Berlino. Critiche da destra e da sinistra a questo “voltafaccia” di Grillo. Salvini ricorda che i 5Stelle avevano addirittura votato per abolire il reato di immigrazione clandestina; Fratoianni (Sinistra Italiana) va giù pesante: non un Grillo ma un avvoltoio che specula sulle tragedie altrui. Fra i parlamentari 5Stelle alcuni distinguo: per la senatrice Nugnes e per diversi esponenti grillini non è giusto parlare degli immigrati come di terroristi ed è falso che ci sia “una invasione”, dato che gli immigrati sono lo 0,2% della popolazione europea. In linea con Grillo la sindaca Raggi: non possiamo accoglierne di più, mettere 100 tende oggi vuol dire trovarsi 200 immigrati in più domani.
Rapporto del Capo della Polizia sui Centri di Accoglienza al Senato: su 34mila stranieri per i quali è stato decretato l’allontanamento forzato, solo 16mila sono stati effettivamente rimpatriati. Molti sono “scomparsi” e non è noto se sono ancora in Italia o si sono spostati all’estero. Rintracceremo gli irregolari per espellerli subito.
Sui CIE (non “centri di accoglienza”, come molti ritengono, ma “centri di identificazione e di espulsione”) una impietosa analisi di Marco Imarisio sul “Corriere della Sera”. Dai 13 iniziali sono ridotti a 5, con solo 360 posti sui 1.600 previsti. La permanenza media è passata dai 30 giorni inizialmente previsti a 12 mesi. Nelle fasi di maggiore efficienza, si è appena raggiunto il 50% dei rimpatri. Ibrida la natura dei centri: è vietato lasciarli ma chi evade non commette reato.
Il Ministro degli Interni Minniti promette “retate” di irregolari ed un C.I.E. in ogni regione.

Carceri

Rita Bernardini prosegue le sue visite alle carceri. La situazione generale è leggermente migliorata ma restano condizioni inaccettabili in molti istituti di pena. I detenuti in custodia cautelare sono aumentati di oltre mille unità, mentre gli stranieri sono 18.166 (il 33,5%9 del totale della popolazione carceraria).

Trattamento Sanitario Obbligatorio – Tso

I Radicali Italiani giudicano positivamente l’avvio del dialogo tra il collegio del Garante dei diritti dei detenuti e il ministero della Salute sul Tso. Uno dei punti qualificanti della proposta di riforma delle procedure di Radicali Italiani riguarda la sostituzione della figura del sindaco, nel ruolo di firmatario dell’ordinanza di ricovero coatto, con il Garante dei diritti dei detenuti: culturalmente e tecnicamente più attrezzato a svolgere un effettivo controllo di legalità.

ROM e abitazioni

Furioso attacco di “Libero” al documento firmato a suo tempo dal governo Monti – accogliendo una raccomandazione ONU – che prevede di sgombrare i campo nomadi solo dopo aver trovato case popolari per i ROM. Titolo: “Siamo matti”

Nuovi LEA

Varato dal ministro Lorenzin il decreto con i nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza). Approvato anche il nuovo Nomenclatore Tariffario per le protesi e gli ausili per malati e disabili (fermo dal 1999). Entrano fra le terapie coperte dal SSN la procreazione medicalmente assistita (PMA) e le consulenze genetiche. Timori per il possibile aumento dei ticket, per un totale di 18 miliardi di euro.

Aborto, effetto EllaOne

Dati annuali del Ministero della salute sugli aborti. Diminuiti dal 2013 (102.760) al 2015 (87.639). Aumentati i ginecologi obiettori (da 69,2 al 70,7 percento del totale). Il 69,6% delle strutture ospedaliere non segnalano difficoltà, mente diminuiscono i tempi di attesa. Positivo effetto del maggiore ricorso alla pillola EllaOne (“del giorno dopo”): dalle 16.796 confezioni del 2014 alle 83.346 del 2015.
In controtendenza, la sentenza del tribunale di Gorizia: assolve un farmacista (l’accusa era: omissione di atti di ufficio) che rifiuta di vendere la pillola dichiarandosi obiettore di coscienza. Il primario dell’ospedale cittadino: le donne, costrette ad andare da una farmacia all’altra, hanno bisogno di sicurezza.

Scambio di embrioni

Sentenza del Tribunale di Roma sulla vicenda degli embrioni scambiati due anni fa all’Ospedale Pertini: i gemelli sono figli legittimi di chi li ha partoriti; niente contatti con i genitori naturali, il cui ricorso è stato respinto dalla Corte Europea dei diritti umani.

NEL MONDO

Immigrazione e terrorismo

Il Segretario di Stato vaticano Parolin invita a non chiudersi in se stessi in un tempo in cui qualcuno vorrebbe perfino alzare muri per impedire a chi soffre per la violenza delle guerre e per la fame di trovare un rifugio sicuro. Per battersi contro il terrorismo bisogna tener conto che ci sono cause sociali, situazioni di estrema povertà e di estremo degrado, e ci sono cause politiche, una situazione internazionale che non favorisce una cultura di pace e piuttosto alimenta una cultura di violenza. Parolin ammette anche che la secolarizzazione della società fa perdere spazio alla Chiesa e ricorda quanto diceva Papa Ratzinger: “Dobbiamo abitarci ad essere minoranza, ma una minoranza viva, come il lievito”.

Nozze gay a Taiwan?

Lo propone una legge presentata dal leader del Partito Progressista al potere. Divisa a metà l’opinione pubblica. La discussione parlamentare iniziata il 26 dicembre.

Tre genitori in Inghilterra

L’ente preposto alla Procreazione Assistita ha dato il via libera: ok al concepimento in provetta di bimbi destinati a nascere incrociando il DNA di tre persone diverse: i primi figli di tre genitori entro il 2017.

USA, eutanasia

L’APA (American Psychiatric Association) prende nettamente posizione contro la possibilità di accordare l’eutanasia anche a malati psichiatrici non terminali, come si fa in Belgio o Olanda e si tende a fare in alcuni Stati americani.

USA, violenza sessuale

Ragazza stuprata da un campione di football alla università di Stanford: la commissione cui si rivolge “assolve” lo stupratore. Effetto Trump?

La popolazione mondiale nel 2050

Dati di Worddometers: nel 2050 ci saranno il sorpasso dei mussulmani e il raddoppio della popolazione dell’Africa (exploit della Nigeria).

Fine dell’Europa?

E’ la previsione di un libro di Giulio Meotti: nuove moschee e chiese abbandonate. L’Europa ha il più basso tasso di natalità (1,55 figli per donna), mentre i mussulmani sono molto più prolifici. La secolarizzazione dei paesi europei procede veloce: in Germania crollano le ordinazioni di nuovi sacerdoti mentre nel 2015 182 mila fedeli hanno fatto formale apostasia.

* Associazione Luca Coscioni

(9 gennaio 2017)

http://temi.repubblica.it/micromega-online/diritti-civili-italiani-pro-eutanasia-77-boom-della-poverta-infantile-il-futuro-dei-cattolici-divenire-minoranza/

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.