TwitterFacebookGoogle+

Dj Fabo in clinica Svizzera chiede l'eutanasia

E’ in una clinica svizzera specializzata nella “dolce morte” dj Fabo, alias Fabiano Antoniani, il giovane artista divenuto cieco e tetraplegico in seguito a un incidente automobilistico nel 2014 e autore di numerosi appelli per accelerare l’iter parlamentare sul testamento biologico.

 

#djFabo, cieco e tetraplegico dal 2014, vuole essere libero di morire. Sostieni il suo appello qui: https://t.co/BsoxiNObOg #FaboLibero pic.twitter.com/ejbn3tQZdN

— LiberiFinoAllaFine (@EutanaSiaLegale) 18 febbraio 2017

 

Il 39enne artista milanese è accompagnato da Marco Cappato, dirigente dell’associazione Luca Coscioni, che su twitter scrive: “Fabo mi ha chiesto di accompagnarlo in Svizzera. Ho detto si’. #FaboLibero”. In queste ore è partito l’iter che potrebbe portare all’eutanasia per Fabo, che come vuole il protocollo viene prima visitato da medici e psicologi per valutare se la sua richiesta ha i requisiti necessari per essere accolta.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.