TwitterFacebookGoogle+

Donald Trump è a Roma, massima allerta. La città è blindata

Donald Trump è arrivato a Roma. L’Air Force One del presidente degli Stati Uniti, proveniente da Israele, è atterrato alle 18 e 30 a Fiumicino, tra misure di sicurezza straordinarie. Con lui la moglie Melania, la figlia Ivanka e il genero e consigliere Jared Kushner. Sarà una giornata densa quella di Trump, che sarà ricevuto da Papa Francesco in Vaticano e dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale e avrà un colloquio a villa Taverna con il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, in vista del G7 di Taormina. Imponenti le misure di sicurezza messe in campo per le 19 ore che Trump trascorrerà in una capitale blindata.

Con Melania dal Papa

Mercoledì mattina, alle 8,15, il primo incontro di Trump accompagnato da Melania con il Papa. Poi il presidente avrà un colloquio con il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, e con l’arcivescovo Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati. Nel frattempo Melania Trump visiterà la Cappella Paolina e la Sala Regia. Al termine, il presidente e la First Lady visiteranno la Cappella Sistina e la basilica di San Pietro.

Mezz’ora da Mattarella

Il presidente sarà poi ricevuto da solo al Quirinale da Mattarella nella sala del Bronzino. Non ci saranno dichiarazioni alla stampa a termine del 30 minuti di colloquio, dato che la visita non è nè ufficiale nè di Stato. Poi il presidente Usa vedrà il premier Gentiloni a Villa Taverna per uno scambio di vedute in vista del vertice del G7 che si aprirà venerdì a Taormina.

Melania al Bambin Gesù e Ivanka a Sant’Egidio

Nel frattempo Melania visiterà l’ospedale pediatrico Bambin Gesù intorno alle 11.15, mentre Ivanka sarà alla Comunità di Sant’Egidio nella sede di Trastevere, dove incontrerà un gruppo di donne vittime del traffico di esseri umani. La partenza dell’Air Force One da Fiumicino alla volta di Bruxelles, dove Trump è atteso dal vertice Nato, è prevista intorno alle 13,30.

La Green zone

Nel piano della Questura di Roma per la visita di Trump è prevista un’area, denominata “green zone”, e definita con ordinanza del Questore, che include itinerari cittadini e località interessate alla visita di Stato; all’interno di quest’area, da oltre un mese, l’ufficio di Gabinetto della Questura non accetta preavvisi di manifestazioni o cortei che pongano problematiche con rischi per la visita. La polizia scientifica ha istallato un’articolata rete di telecamere nei luoghi ritenuti più sensibili, ed una di queste sarà installata in posizione rialzata sul veicolo del posto di comando avanzato, per riprendere stabilmente ogni istante del percorso presidenziale. La copertura video sarà poi garantita da un elicottero della Polizia di Stato dotato di impianto ripresa area. Una unità di intelligence garantirà in tempo reale l’aggiornamento informativo in maniera tale da consentire al centro di gestire i servizi nella maniera più idonea in relazione alla valutazione del rischio.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.