TwitterFacebookGoogle+

Donna kamikaze curda è l’ultima difesa di Kobane contro Isis

Donna kamikaze curda è l’ultima difesa di Kobane contro IsisArin Mirkin è la giovane kamikaze curda che si è fatta esplodere ieri tra i miliziani dell’Isis alle porte di Kobane, la città siriana al confine con la Turchia da giorni sotto l’assedio jihadista.

-Redazione- Una ragazza kamikaze, Arin Mirkin, madre di due figli, si è fatta saltare in aria accanto ad una postazione dei miliziani di Isis a est di Kobane, la città curda siriana al confine con la Turchia, uccidendo diversi jihadisti che da giorni cingono d’assedio l’enclave. 

Secondo il sito Free Kurdistan, Arin era comandante di un’unità femminile di combattenti e aveva ucciso in battaglia 15 jihadisti.

A dare la notizia Rami Abdel Rahman, direttore dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, secondo il quale “l’azione ha causato morti ma non ci sono ancora conferme sul numero esatte”. 
Rahman, ha aggiunto, che è il primo caso di cui si ha notizia di una combattente donna curda che si fa saltare in aria in un attentato suicida contro Isis, una tecnica impiegata invece frequentemente dalle diverse sigle della galassia terroristica islamica, inclusa al Qaeda e Isis. 

Il 3 ottobre, sempre nelle vicinanze di Kobanme, una 19enne curda del gruppo Ypg, Ceylan Ozalp, si era invece uccisa piuttosto di finire prigioniera di Isis quando aveva esaurito le munizioni.

Kobane, terza città della Siria, a maggioranza curda, è da giorni sotto attacco dell’Isis, che incombe a ormai poche centinaia di metri dal centro cittadino.

-6 ottobre 2014-

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.