TwitterFacebookGoogle+

Donne e potere

«Il diritto ad essere ascoltati è di cruciale importanza… Voglio esplorare le basi culturali della misoginia in politica o sul posto di lavoro e le sue forme… Voglio pensare di più su come e perché le definizioni convenzionali di “potere” che teniamo nelle nostre teste, hanno teso a escludere le donne».

Passando da Lisistrata ad Angela Merkel, l’accademica inglese Mary Beard non ha dubbi: le donne sono percepite come fuori dal potere e se ce la fanno, subiscono violenza di genere. È il caso di Hillary Clinton ridotta dai seguaci di Trump a Medusa, non un essere mitologico qualsiasi, ma l’essere mitologico per eccellenza «uno dei più antichi e potenti simboli di dominio maschile sui pericoli che la reale possibilità del potere femminile» rappresenta e non a caso la troviamo decapitata.

Cliccando qua sotto, si potrà vedere l’interessante video-lezione di Mary Beard su “Donne e potere” in lingua inglese e sottotitolata in italiano.

 

 

La video-lezione di Mary Beard

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.