TwitterFacebookGoogle+

Dopo l'estate boom di richieste rimozione tatuaggi

(AGI) – Roma, 8 set. – L’estate e’ finita, e il ritorno al
lavoro e alla vita di tutti i giorni porta a numerosi
“pentimenti” delle piccole trasgressioni estetiche che ci si e’
concessi, a partire dal tatuaggio. “Ora che la stagione estiva
sta finendo iniziano ad aumentare le richieste di rimozione dei
tatuaggi, di trattamenti e interventi per ‘riparare i danni del
sole e le richieste di correzione del naso”. Lo ha riferito
all’AGI Roberto Bracaglia, direttore scientifico del centro di
chirurgia estetica della clinica “Villa Stuart”. “Questo e’ il
periodo in cui registriamo una notevole incidenza dei ‘tatuati
pentiti'”, ha detto il chirurgo. “La rimozione dei tatuaggi,
anche di ampia superficie, si effettua con un laser specifico a
seconda del tipo di pigmento e del colore che e’ stato
utilizzato per la sua realizzazione”, ha spiegato Bracaglia.
“In media ci vogliono 3-4 sedute per un massimo di 8-10
sedute”, ha aggiunto. Gli altri trattamenti estetici molto
richiesti dopo l’estate sono per la maggior parte rivolti a
riparare i danni provocati dal sole. “Si tratta di trattamenti
idratanti e contro il rossore dei tessuti. Molto diffusi anche
i trattamenti con la tossina botulinica per le rughe provocate
dalla tendenza a corrucciare il viso al sole”, ha spiegato
Bracaglia. “C’e’ poi chi a questi trattamenti chiede di
abbinare anche qualche intervento di chirurgia estetica, come
il trapianto di grasso sul viso per ridare tono alla pelle e il
classico lifting”, ha aggiunto. L’intervento al naso e’
richiesto in questo periodo, secondo Bracaglia per due motivi:
“sia per correggere eventuali problemi funzionali, che con
l’arrivo della stagione dei raffreddori possono dare ancora
piu’ fastidio, sia per cambiare l’aspetto in vista di un nuovo
inizio, come nel caso di molti ragazzi che ad esempio lasciano
la scuola per iniziare l’universita’”. Sono invece trattamenti
piu’ invernali e che di solito si fanno prima dell’estate,
riferisce l’esperto, la mastoplastica additiva e
l’addominoplastiaca. “Oltre al desiderio di esporre il nuovo
fisico d’estate, questi trattamenti sono piu’ invernali perche’
richiedono tempi di ripresa un po’ piu’ lunghi”, ha concluso
Bracaglia.
.

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.