TwitterFacebookGoogle+

Droga: scoperte e distrutte tre piantagioni in Aspromonte

I finanzieri del gruppo di Locri e della sezione Navale di Roccella Jonica hanno scoperto, grazie all’avvistamento dall’alto di un elicottero del Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza di Vibo Valentia, tre piantagioni di cannabis nascoste tra la fitta vegetazione dell’Aspromonte nel territorio di Gioiosa Ionica. A seguito dei numerosi sequestri di piantagioni di Canapa Indiana effettuati negli ultimi anni in Calabria,
soprattutto nel periodo estivo e autunnale, ove il clima si presta alla crescita rigogliosa della cannabis sono stati intensificati i controlli.

Le piantagioni sono risultate accuratamente e abilmente nascoste tra la fitta vegetazione del costone di roccia rendendo difficoltosa sia l’individuazione dall’alto che l’accesso da terra. Con l’aiuto dell’elicottero della Sezione Aerea del Corpo di Lamezia Terme e l’impiego di 2 pattuglie del Gruppo di Locri, si è effettuata una ricognizione dei luoghi al fine di individuare una possibile via d’accesso alle piantagioni. I militari dopo essersi inoltrati nella fitta vegetazione all’interno di un’area demaniale boschiva, ha individuato 3 distinti terrazzamenti ove venivano complessivamente rinvenute 800 piante di “Cannabis Indica”, unitamente ad appositi impianti di irrigazione automatica.

Sotto il costante coordinamento della Procura di Locri, le Fiamme Gialle hanno proceduto al campionamento della sostanza ed alla distruzione delle tre piantagioni, stanno procedendo ad ulteriori indagini, per individuare i responsabili. Dalle piante, di varie dimensioni, sarebbe stato ottenuto un quantitativo pari a circa 925 kg di stupefacente che, una volta ceduto al consumatore finale, avrebbe generato un illecito introito pari ad oltre 7 milioni di euro.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.