TwitterFacebookGoogle+

Duello in mare tra Ong e guardia costiera libica

Al largo della costa libica si è svolto un duello tra un nave della ong tedesca Sea-Watch e la Guardia costiera del paese africano, impegnate entrambe a raggiungere una imbarcazione con a bordo circa 350 migranti diretta in Italia. “Sea-Watch – ha affermato il portavoce della marina libica Ayoub Qassem – ha cercato di ostacolare le operazioni del Guardacoste in acque territoriali libiche, e voleva prendere a bordo i migranti con il pretesto che in Libia non sono al sicuro”. La versione della Ong è per adesso affidata a un brevissimo filmato piazzato su Twitter: “Questo pattugliatore libico finanziato dall’Unione europea è quasi finito contro la nostra nave di soccorso civile”, recita il titolo che accompagna il video. I migranti, intercettati al largo di Sabratha, sono stati successivamente trasferiti in una base navale in Libia.

 

pic.twitter.com/7wfuvmzfvp

— Sea-Watch (@seawatchcrew) 10 maggio 2017

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.