TwitterFacebookGoogle+

Duplice omicidio a Trabia: "operaio in mobilita' rifiuto' lavoro"

(AGI) – Palermo, 18 set. – Francesco La Russa, 49 anni, l’ex dipendente della cava di Trabia, dove stamane ha ucciso il capo cantiere e il responsabile, “non era stato licenziato, ma era in mobilita’ remunerata dal 31 dicembre 2014”. Sorte che condivideva con altre quattro persone. Lo afferma l’amministrazione giudiziaria guidata da Gaetano Cappellano Seminara. Peraltro, viene aggiunto, “gli era stato proposto di andare a lavorare a circa dieci chilometri di distanza, presso la Cava Valle Rena, ma aveva rifiutato”.

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.