TwitterFacebookGoogle+

E la Merkel mette al lavoro i siriani: serviranno a produrre auto

originalDI CLAUDIO MESSORA –

byoblu.com –

La “Migrazione Sostitutiva” dei popoli, cui si faceva riferimento in uno studio dell’Onu dei primi anni 2000, è arrivata ora ai blocchi di partenza. Ieri è stato il vice presidente della BCEVítor Constâncio, a suggerire che l’Europa dovrebbe far entrare i migranti “per preservare la sua forza lavoro da una contrazione ulteriore e per accelerare la ripresa”. La settimana scorsa la Confindustria ceca si è detta pronta ad assumere immediatamente 5000 rifugiati. Il presidente dell’associazione delle Piccole Medie Imprese aveva aggiunto che gli immigrati sono ottimi lavoratori, perché non vogliono tenersi il posto (sottinteso: non fanno storie e non rompono con i sindacati).

Ricordate quello che Rinaldi aveva scritto su quella gran paracula della Merkel? Ben: Oggi arriva puntuale l’appello di Angela Merkel: “I costruttori di auto diano opportunità di lavoro ai rifugiati“. Per attuare la fase due dell’apertura temporizzata delle frontiere, la cancelliera ha scelto l’inaugurazione del Salone dell’Auto di Francoforte, aggiungendo: “E’ una preghiera che rivolgo a tutti voi: se ci sono possibilità date a queste persone delle opportunità. So che già lo fate e che lo farete. Le condizioni della Germania sono positive e questo ci permette di far fronte alle nuove sfide“.

Semplice buon cuore, o strategia premeditata di reperimento di forza lavoro a basso costo? Intanto leggetevi questo: “Armi di migrazione di massa” e questo “Il documento Onu che teorizza la migrazione sostitutiva dei popoli“.

Claudio Messora

Fonte: www.byoblu.com

Link: http://www.byoblu.com/post/minipost/e-la-merkel-mette-al-lavoro-i-siriani-serviranno-a-produrre-auto

17.09.2015

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=15570

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.