TwitterFacebookGoogle+

E MENO MALE CHE PAPA FRANCESCO PREDICA POVERTA’! Limatola. Il paese è diviso sul prete “affarista”. Ma il video delle Iene è inequivocabile! E Zì Prete stacca la luce alle famiglie con bambini. Che dire

PRETEBOSCO2La Curia di Caserta, chiaramente,  si guarda bene dall’adottare almeno una posizione su questo “cristiano”. Sentitelo nel video de “Le Iene”. Il Vescovo Spinillo ha fatto riallacciare la luce…

Sempre più diviso il paese sul comportamento del parroco della Chiesa di San Biagio don Giuseppe Giuliano. Un sacerdote spesso finito all’attenzione delle televisioni e della stampa nazionale nei suoi ventitré anni da parroco di Limatola. C’è chi lo difende e chi vorrebbe che le autorità ecclesiastiche prendessero provvedimenti e lo allontanassero definitivamente dalla parrocchia limatolese.

A fine novembre del 2013, don Giuseppe è stato protagonista di un servizio della trasmissione televisiva “Le Iene” che ha raccontato come il sacerdote si faccia pagare per tutto; gestisca degli immobili della parrocchia: appartamenti e dei locali commerciali in comodato d’uso gratuito, per i quali percepirebbe dei fitti al «nero»; sia proprietario di una villa di 11 stanze e abbia, tra le altre cose, una collezione di auto antiche, che sempre “al nero” fitterebbe per matrimoni; avrebbe garantito delle finte residenze nei suoi appartamenti previo pagamento di denaro.

«Tutte fandonie – replica don Giuseppe Giuliano – quel servizio televisivo mi ha descritto come il prete peggiore del mondo mentre tutti sanno a Limatola di come sono realmente e quello che faccio per la comunità». L’ultimo episodio è del 31 dicembre. Il sacerdote ha staccato l’energia elettrica a due abitazioni in cui vivono due famiglie di marocchini con relativi bambini. Gli inquilini hanno denunciato il fatto ai carabinieri e hanno raccontato che il distacco sarebbe stato una sorta di ritorsione. Ossia ai capifamiglia don Giuseppe avrebbe chiesto di sottoscrivere una dichiarazione con cui ritiravano quanto detto a « Le Iene» e ribadivano di non pagare nulla, fatta eccezione per le utenze domestiche.

Ma anche su questo punto don Giuliano fornisce una versione opposta: «Non è vero, quelle famiglie non pagano le utenze da un anno. Siccome l’energia elettrica e il gas gravano sul contatore della parrocchia io li ho staccati. Ma perchè se non si paga l’Enel questa non stacca i contatori?». E’ stato il sollecitato intervento del vescovo di Caserta Spinillo a far riattaccare la luce alle due famiglie. Sulle altre questioni su cui sta indagando la magistratura e la guardia di finanza da prima che il servizio televisivo andasse in onda ad ora la Curia casertana pare non abbia preso alcun provvedimento.

 

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.