TwitterFacebookGoogle+

E' morto il Pg di Firenze Tindari Baglione, cordoglio Governo

(AGI) – Roma, 28 giu. – “Con dolore apprendo della scomparsa del Procuratore generale di Firenze Tindari Baglione. Il 7 giugno 2013 era tornato a Firenze e in quell’occasione l’ex Prefetto di Firenze Padoin gli fece un’intervista. Si capi’ subito cosa lo animava: ‘volevo finire la carriera nella mia citta’ e ci sono riuscito: i miei genitori, se vivi, sarebbero felici di cio’ spero solo con l’aiuto della Madonna del Santuario del Tindari di essere in grado di svolgere in maniera adeguata il compito affidato’. Da quel giorno la sua azione e’ stata rivolta, in silenzio, anche a tante realta’ impegnate nel recupero di ragazzi con difficolta’”. Con queste parole il Sottosegretario al Miur, Gabriele Toccafondi, esprime cordoglio per la scomparsa del procuratore generale di Firenze Tindari Baglione. “Dalle sue risposte si capisce bene come svolgesse il suo lavoro – conclude Toccafondi – : ‘non si sfugge alla tentazione di “fare discorsi” belli, lunghi e, talvolta, anche fuor di luogo. Io questa volta voglio far ricorso al linguaggio del silenzio e promettere un silenzioso lavorare, cercando di operare nel modo migliore nel piu’ assoluto riserbo’. Quel silenzio era pieno di voglia di fare il bene di una citta’ e di una comunita’ che adesso e’ chiamata a ricordarlo come si deve e a far memoria di un vero fiorentino”.(AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.