TwitterFacebookGoogle+

Eccidio di Sant’Anna di Stazzema. La Germania riapre le indagini

Eccidio di Sant’Anna di Stazzema. La Germania riapre le indaginiRedazione-Dopo settant’anni, forse giustizia sulla strage di Sant’Anna di Stazzema, compiuta dai nazisti il 12 agosto del 1944 ai danni di 560 persone -tra cui donne e bambini-, potrebbe essere fatta. 

I giuidici della corte federale di Karlsruhe, infatti, hanno oggi annullato l’archiaviazione disposta in merito dalla procura di Stoccarda.

Per la strage, nel 2005 l’Italia aveva condannato all’egastolo 10 ufficiali tedeschi, tra cui l’ex comandante delle SS Gerhard Sommer. A fronte della sentenza, però, la procura di Stoccarda aveva provveduto ad archiviare l’inchiesta facendola, di fatto, arenare. Secondo i magistrati tedeschi, infatti, l’eccidio poteva essere considerato non un atto di rappresaglia contro i civili, quanto “una normale azione di guerra”; al tempo stesso, non vi erano, secondo i giudici, sufficienti prove che gli ufficiali condannati in Italia potessero aver partecipato al massacro.

Con la sentenza di oggi, però, il caso potrebbe riaprirsi e si potrebbe anche sbloccare il cosiddetto “caso Sommer”. La Germania, infatti, ha sempre rifiutato l’estradizione in Italia dell’ex comandante, sottraendolo alla giustizia. Ora, i familiari delle vittime sperano che le accuse verso di lui vengano risollevate, anche in quanto, dei 10 condannati nel 2005, solo 3 sono rimasti in vita, e soltanto Sommer è incriminabile: gli atri due sono stati ritenuti incapaci di stare in giudizio.

-5 agosto 2014-

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.