TwitterFacebookGoogle+

Ecco chi è il presunto attentatore di Stoccolma

Indagini a tutto campo in Svezia per trovare i responsabili e i complici della strage di venerdì a Stoccolma, dove un camion è piombato a tutta velocità tra i passanti nella zona dello shopping pedonale facendo una strage: 4 morti e 15 feriti. La polizia sembra aver individuato in un uzbeko di 39 anni, arrestato sabato, il principale sospetto, mentre domenica è stato arrestato un secondo uomo: “Posso confermare che una seconda persona è in stato di arresto”, ha detto alla AFP il giudice che segue l’inchiesta, Helga Hullman. Al momento non è stato precisato il legame tra il secondo arrestato e il principale sospetto, l’uzbeko di 39 anni ritenuto l’autista del camion.

Chi è il presunto autore della strage di Stoccolma

Ma chi è il presunto terrorista di Stoccolma?  L’uzbeko accusato dell’attentato con il tir sulla folla nel centro di Stoccolma aveva chiesto un permesso di soggiorno in Svezia nel 2014, ma la sua domanda era stata respinta nel 2016. Lo ha reso noto il dirigente della polizia svedese Jonas Hysing, nel corso di una conferenza stampa. Secondo Intanto le testate svedesi, Expressen e Aftonbladet, si chiama Rakhmat Akilov. 

 

Sarebbe lui l’uzbeko 39enne autore dell’attentato di venerdì a Stoccolma, che con un camion rubato ha investito decine di pedoni nel cuore commerciale della città, uccidendo 4 persone e ferendone 15, di cui 2 ancora in terapia intensiva. Akilov era in clandestinità dal 2014 dopo che gli era stata respinta la richiesta di soggiorno. 


Per approfondire:

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.