TwitterFacebookGoogle+

Egitto: turisti scambiati per terroristi, 8 messicani uccisi

(AGI) – Il Cairo, 14 set. – Sarebbero 8 i turisti messicani uccisi per errore al confine con la Libia, insieme a 4 egiziani, dalle forze di sicurezza del Cairo che li avevano scambiati per terroristi. E’ quanto sostenuto da una fonte vicina alle vittime egiziane, Hisham Gaudat, secondo cui tra i morti ci sono la guida locale Nabil al Tamaui e tre autisti del convoglio. In base alla sua ricostruzione, e’ stato un aereo militare a bombardare il gruppo di 16 persone mentre si trovava vicino all’oasi di Bahareya. Gaudat ha smentito la versione delle autorita’ egiziane che hanno accusato il tour operator di non avere i permessi necessari per entrare in una zona proibita ai turisti stranieri. Al contrario, ha spiegato la guida, insieme al gruppo viaggiava anche un poliziotto che e’ rimasto ferito ma e’ gia’ stato dimesso. Fino a poco tempo fa, l’area era off limit ma l’agenzia aveva ottenuto i permessi, ha sostenuto un amico delle vittime. Da Citta’ del Messico finora e’ stata confermata la morte solo di due turisti messicani: il presidente, Enrique Pena Nieto, ha condannato l’accaduto e ha chiesto un’indagine esaustiva. L’equivoco sarebbe nato da una contestuale operazione dell’esercito contro i terroristi: il gruppo jihadista affiliato all’Isis nella regione ha fatto sapere di aver “respinto un’operazione militare nel Deserto Occidentale”, zona famosa tra i turisti ma usata come base anche dai terroristi che nella stessa zona il mese scorso hanno decapitato un croato che lavorava per un’azienda francese. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.