TwitterFacebookGoogle+

Energia: Abengoa propone ai creditori taglio debito del 50%

(AGI) – New York, 17 mar. – Abengoa, il gigante decaduto delle energie rinnovabili, ha proposto una riduzione del debito pari a circa il 50% nell’ambito del piano di ristrutturazione sottoposto ai creditori perche’ ne evitino la bancarotta. Il rosso dell’azienda spagnola, attualmente superiore a 9,5 miliardi di euro, verrebbe cosi’ abbattuto a 4,9 miliardi di euro. Oltre all’haircut, Abengoa chiede pero’ crediti supplementari per 1,18 miliardi in modo tale da rimborsare le scadenze piu’ urgenti e mantenere i progetti attualmente in corso di sviluppo.
L’intesa e’ gia’ stata firmata dal 40% dei creditori di Abengoa. Il restante 60% avra’ tempo fino al 28 marzo per aderire. Travolta dalla frenata economica dell’America Latina, dove Abengoa ha un’importante presenza, e dalla brusca riduzione dei sussidi per le rinnovabili in Spagna, la compagnia aveva presentato il mese scorso un piano di ristrutturazione che prevede la dismissione delle attivita’ considerate ‘non core’, in modo tale da concentrarsi sulle attivita’ di costruzione e ingegneristica. (AGI)
.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.