TwitterFacebookGoogle+

Eni: inaugurata nuova centrale cogenerazione Enipower San Donato

(AGI) – Milano, 25 set. – E’ stata inaugurata oggi la nuova centrale di cogenerazione di Enipower a Bolgiano. Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco di San Donato Milanese, Andrea Checchi, e per Eni, Umberto Vergine, Midstream Gas&Power Chief Officer, e Daniele De Giovanni, amministratore delegato di Enipower. La nuova centrale di cogenerazione rappresenta il terzo miglioramento del progetto di teleriscaldamento del 1955 voluto da Enrico Mattei quando furono progettati il villaggio di Metanopoli e i primi uffici di Eni. Come allora, anche i nuovi impianti sono alimentati a gas naturale, producono energia elettrica immessa sulla rete di trasmissione nazionale (60 Mw) e forniscono calore a una larga parte del comune di San Donato Milanese, numerose abitazioni private, utenze pubbliche e il Centro direzionale di Eni. Anche la rete di teleriscaldamento collegata alla Centrale e’ stata recentemente incrementata nell’estensione e nei volumi di acqua trasportati e nel 2018, alla conclusione dei lavori, avra’ un’estensione complessiva di circa 37 km, consolidando il primato in Italia di San Donato Milanese per quanto riguarda l’energia termica distribuita per abitante. L’estensione originaria era di5 km ed era gia’ cresciuta a 22 km prima del 2000. Il nuovo impianto e la rete di teleriscaldamento sono stati progettati con l’obiettivo della massima integrazione con il territorio e del piu’ elevato livello di efficienza energetica, applicando, nella fase di progettazione e nella realizzazione dell’opera, le migliori tecnologie disponibili. Questo ha permesso di assicurare livelli di emissione in atmosfera nelle rispetto delle piu’ recenti normative e di raggiungere uno standard di avanguardia ed eccellenza nel panorama della generazione elettrica in Italia. “Il teleriscaldamento a San Donato nasce nel 1955 – ha detto Umberto Vergine durante l’inaugurazione – ed e’ quindi quasi sicuramente il primo esempio in Italia (a Brescia e’ iniziato nel 1972) certamente il primo a usare gas naturale. La prima centrale era costituita da una caldaia tradizionale piu’ una turbina a gas da 1 Mw che forniva energia e calore al primo palazzo uffici e al primo blocco di insediamenti abitativi”. Dopo la costruzione della centrale nel 1982, i successivi ampliamenti e la nuova configurazione inaugurata oggi il teleriscaldamento a San Donato copre i fabbisogni di circa 4000 appartamenti, ospedale, scuole, chiese, municipio e i palazzi Eni. “Con l’installazione di turbine a gas di nuova generazione e di motori endotermici a gas – conclude – si e’ ottenuto un aumento del 9% del rendimento globale e del 29% del rendimento elettrico. Il progetto ha consentito un miglioramento nella distribuzione termica, con affidabilita’ e continuita’ della fornitura e miglioramento della rete in termini di garanzia, stabilita’ e diffusione del servizio. Vi e’ stata inoltre massima attenzione all’ambiente, con l’adozione delle migliori tecnologie e soluzioni ingegneristiche per minimizzare le emissioni in atmosfera. La nuova centrale e’ in grado di assicurare emissioni al di sotto delle normative della regione, garantendo standard ambientali di assoluta eccellenza anche in prospettiva”. (AGI) –
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.