TwitterFacebookGoogle+

Ergastolo all'inventore danese che decapitò la giornalista Kim Wall nel sottomarino

L’inventore danese che ha assassinato la giornalista Kim Wall sul suo sottomarino è stato condannato all’ergastolo, lo scrive il Daily Mirror. Peter Madsen ha ammesso di aver smembrato il cadavere di Kim Wall, morta nel sottomarino mentre stava lavorando una storia sull’inventore e le sue realizzazioni, come il sottomarino stesso. Ma ha ripetutamente negato di averla assassinata.

La decisione è arrivata dopo 11 giorni di udienze hanno svelato le oscure fantasie sessuali del 47enne che coinvolgono donne decapitate e torturate. I pubblici ministeri, che accusano l’eccentrico inventore di omicidio premeditato, aggressione sessuale aggravata e vilipendio di cadavere, avevano chiesto l’ergastolo, che in Danimarca ha una media di circa 16 anni.

Il pubblico ministero Jakob Buch-Jepsen ha detto che Madsen ha ucciso Wall, 30 anni, come parte di una macabra fantasia sessuale e “ha cercato di creare il crimine perfetto”. Madsen, ha sostenuto  che la giornalista, che ha imbarcato il suo sottomarino auto-costruito il 10 agosto per farsi intervistare, è morta in un incidente quando la pressione dell’aria improvvisamente si è abbassata e fumi tossici hanno riempito la sua nave. “Sono davvero, davvero dispiaciuto per quello che è successo”, ha detto al giudice dopo che le due parti hanno presentato i loro argomenti di chiusura lunedì.

Madsen ha ammesso di aver smembrato il corpo di Wall e aver gettato i suoi resti in mare, reato punibile con sei mesi di prigione, ma nega di averla uccisa.

La condanna rende Madsen la quindicesima persona in 10 anni a ricevere un ergastolo nella nazione nordica che ha la reputazione di essere sicura.
 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.