TwitterFacebookGoogle+

Esequie solenni per Ingrao, a Montecitorio accolto da Bella ciao

(AGI) – Roma, 30 set. – Accompagnato dai familiari, dalla presidente della Camera, Laura Boldrini e portato a spalla dai commessi della Camera, il feretro di Pietro Ingrao e’ entrato in piazza Montecitorio, dove e’ stato accolto da un lungo applauso della folla che ha anche intonato ‘Bella ciao’. Sulla bara sono stati posati un caschetto da operaio (donato dagli operai delle acciaierie di Terni) e la sciarpa rossa di don Gallo (portata nei giorni scorsi dal vignettista Vauro). L’ultimo ‘grande vecchio’ del partito comunista e’ scomparso domenica all’eta’ di 100 anni. “Ha insegnato a diverse generazioni che la politica puo’ essere una cosa bella per il bene comune e non per tornaconto personale” ha commentato il presidente della Camera, Laura Boldrini, presente alle solenni esequie insieme alle piu’ alte cariche dello Stato: il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il presidente del Senato, Pietro Grasso, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, il presidente della Repubblica emerito, Giorgio Napolitano con la moglie signora Clio. “Ingrao e’ stato uno straordinario presidente dela Camera – ha affermato Bolrdini – Lui, uomo di parte, fu in grado di svolgere questo ruolo con estrema imparzialita’”. Un omaggio a Ingrao e’ arrivato anche dal vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio (M5S). “Ieri ho portato il mio saluto a Pietro Ingrao. Quando due anni fa sono stato eletto Vice Presidente, ho studiato il funzionamento dell’Aula osservando attentamente i video di due ex Presidenti della Camera: Sandro Pertini e Pietro Ingrao”. “Due Partigiani – ha proseguito Di Maio – chiamati ad essere arbitri della Camera nella prima repubblica, in cui sedevano partiti dall’MSI al PCI passando per i radicali e la democrazia cristiana. La loro imparzialita’ e’ sempre stata ineccepibile” ha aggiunto l’esponente M5S. “Sono stati garanti di tutti, anche dei partiti che piu’ avevano avversato nella loro storia politica. Al di la’ di ideologie e colori politici, un bell’esempio da seguire” ha concluso. Pier Luigi Bersani ha ricordato la figura del leader comunista con un tweet: “Quando la politica si fondava sulle idee e sul coraggio di sostenerle”. Polemico Matteo Salvini su Sky tg24: “Rispetto la sinistra degli operai, la sinistra che stava con gli ultimi. Rimpiango quella sinistra. Adesso per andare a cena con Renzi devi pagare mille euro”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.