TwitterFacebookGoogle+

Esercito iracheno penetra a Mosul, primi soldati da est

Mosul (Iraq) – Le forze d’elite irachene sono arrivate a ridosso del centro abitato di Mosul e secondo fonti militari citate dai media internazionali sono già penetrate all’interno del sobborgo orientale di Karama. A preannunciare l’ingresso nella roccaforte dell’Isis era stato il capo dell’antiterrorismo, il generale Talib Shegati, il quale ha riferito alla Cnn che “i soldati stanno avanzando molto velocemente” e “cominceranno a ripulire la città di Mosul dai terroristi”. L’operazione per liberare la riva sinistra del fiume Tigri a Mosul, da due settimane al centro di una vasta operazione di riconquista con circa 100mila uomini impegnati, è cominciata alle 6.30 del mattino su tre fronti.

Mosul, l’ex bastione sunnita pieno di ex militari di Saddam

Le forze speciali irachene avevano lanciato un massiccio assalto sul fronte est di Mosul, a partire dal villaggio di Bazwaya, che si trova ad appena tre chilometri dal limite dell’area urbana. L’offensiva per riprendere Mosul è cominciata il 17 ottobre e ha portato alla liberazione di una novantina di villaggi a sud e a est della città. Oltre 800 jihadisti sono stati uccisi in due settimane. 
 

L’Isis ha lanciato un contrattacco con autobomba kamikaze e un massiccio fuoco di sbarramento di mortai e lanciarazzi. La resistenza jihadista si è rivelata superiore al previsto, anche perché l’Isis dispone di più uomini di quanto si credesse: le ultime stime dei servizi dei curdi parlano di 10-15 mila jihadisti nella provincia di Ninive, con 5-6 mila a Mosul città e altrettanti nei sobborghi. L’esercito iracheno schiera 6 brigate pari a 30 mila uomini, comprese le forze speciali della Golden Brigade. I numeri sulle milizie popolari sono incerti: Hashd al-Watani (a maggioranza sunnita), 2-3 mila uomini; Hashd al-Sha’abi (quasi tutti sciiti) 5-10 mila. Curdi Peshmerga, 6 mila uomini a cui si aggiungono i 500 delle forze speciali Zerevani. (AGI)

 
 

 

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.