TwitterFacebookGoogle+

Esodati: domani Cgil-Cisl-Uil davanti al Mef. Arriva pure Salvini

(AGI) – Roma, 14 set. – Cgil, Cisl e Uil saranno in presidio domani, davanti al ministero dell’Economia e delle Finanze di via XX settembre, per rivendicare una soluzione definitiva e strutturale alla questione degli esodati e per dire no alla sottrazione dei risparmi del Fondo appositamente istituito. Per la Cgil la legge 228 del 2012 deve essere rispettata, come sottolinea la segretaria confederale Vera Lamonica: “Non e’ accettabile che i risparmi delle sei salvaguardie del Fondo esodati, appositamente istituito da questa norma, vengano utilizzati per altri fini. Sarebbe uno scandalo se il Mef confermasse quanto emerso nell’incontro con il ministero del Lavoro la settimana scorsa e non decidesse di tornare sui suoi passi”. “Domani – prosegue la dirigente sindacale – saremo in piazza con Cisl e Uil per chiedere al governo di non sottrarre neanche un euro dei tre miliardi di risparmi effettuati, che vanno destinati tutti, a partire dai 500 milioni del 2013/2014, alla risoluzione della situazione insostenibile e drammatica in cui vivono da anni queste persone”. Per la segretaria confederale della Cgil “questa vicenda va chiusa una volta per tutte, ridando certezza alle lavoratrici e ai lavoratori, molti dei quali, ad esempio, continuano a pagare i contributi volontari senza sapere fino a quando cio’ sara’ necessario”. “Cosi’ come – aggiunge in conclusione Lamonica – va garantita l’applicazione corretta dell’opzione donna, bloccata e sicuramente sovrastimata rispetto alle coperture necessarie”. Anche la Lega nord ha organizzato per domani alle ore 15,30 un presidio davanti al ministero dell’Economia di via XX settembre per “garantire il finanziamento per gli esodati”. Saranno presenti, informa una nota, i parlamentari e il segretario federale, Matteo Salvini. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.