TwitterFacebookGoogle+

Expo: nuovo blitz della polizia contro gli antagonisti, fermi

(AGI) – Milano, 29 apr.- Nuova operazione della Polizia, eseguita dalla Digos di Milano e dal commissariato Lorenteggio nelle zone di Giambellino- Lorenteggio. Le perquisizioni sono iniziate stamattina, come nell’operazione di ieri: gli agenti erano alla ricerca di armi e strumenti atti a offendere in abitazioni occupate da soggetti dell’area anarchica, in previsione delle manifestazioni dei prossimi giorni. Le perquisizioni si sono concentrate in quattro appartamenti Aler in via degli Apuli e via Odazio. All’interno di uno di questi appartamenti gli agenti hanno trovato 12 persone, 9 italiani e tre cittadini tedeschi. I tedeschi erano gli stessi identificati ieri e per i quali la Questura aveva richiesto un decreto di espulsione, negato dall’autorita’ giudiziaria. All’arrivo degli agenti gli antagonisti hanno tentato di disfarsi di due borsoni, lanciandoli dalla finestra, che contenevano cinque maschere antigas, guanti in lattice e contenitori per colla. Tutte le 12 persone sono state indagate per occupazione abusiva di immobili. – “Le perquisizioni fatte sono un ulteriore segnale che il sistema della prevenzione funziona” ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano. “Non ci sono Paesi a rischio zero – ha aggiunto – il risultato di questa operazione fa chiaramente capire che lo Stato e’piu’ forte di chi lo vuole contrastare”. Sulla vicenda e’ intervenuto il presidente della regione Lombardia, Roberto Maroni. La decisione del gup di non convalidare l’espulsione degli antagonisti ‘No Expo’ denunciati ieri “e’ una decisione sbagliata, un segnale sbagliato” ha osservato Maroni. “Ma, conoscendo la professionalita’ delle forze dell’ordine e del questore di Milano sono certo che tutto sara’ sotto controllo”. “Un po’ di preoccupazione c’e’ – ha continuato – anche se so che la questura di Milano sta lavorando duramente”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.