TwitterFacebookGoogle+

Facebook: gli alias torneranno, dopo centinaia di account chiusi per protesta

FACEBOOK cambierà la sua policy sui “nick” utilizzabili sul social. Tempo fa il sito aveva chiesto agli utenti di utilizzare loro veri nomi, una mossa a cui ha fatto seguito un’ampia indignazione degli utenti e la chiusura di centinaia di account, tra cui quelli di un grande numero di drag queen che non potevano utilizzare i loro nomi d’arte.

Uno dei responsabili di alto profilo di Facebook, Christopher Cox,ha chiesto scusa in un post per il blocco, scrivendo

che gli utenti interessati possono tornare ad utilizzare i loro alias. 
Lo spiritodella nostra politicaè che tutti su Facebook utilizzino il nome autentico che usano nella vita reale”, ma favorendo l’utilizzo di alias. Non sono poche le categorie di persone e professionisti che utilizzano i nomi d’art esui social media. Per lavoro ma anche per protezione, magari da stalker. Molti vedono il loro nome d’arte come parte integrante della loro identità

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.