TwitterFacebookGoogle+

Family Day: la preistoria dei diritti civili

family day 1-Pintus– Che sia integralismo islamico o fanatismo cattolico, sempre di danni si tratta.

Donne e uomini apparentemente, e sottolineo apparentemente, sani di mente alimentano culti che garantiscono a pochi eletti entrate milionarie, vedi

Medjugorje e sorgono spontanei i parallelismi con i kamikaze che si immolano per incontrare il profeta nell’aldilà.

E siamo a Roma, dove gli organizzatori di un raduno che dir si voglia, omofobo, hanno sparato cifre improponibili sui partecipanti quasi quanto i loro argomenti. “Siamo un milione” smentiti dalla questura, meno della metà e soprattutto da Francesco Gualtieri dell’Università di Trento “Un milione è un numero spaventosamente più alto della capienza della piazza”, ma la cosa ha poca importanza, sempre comunque troppi.

Troppi omofobi che negano agli omosessuali che si amano il diritto a sposarsi, fedeli sì, ma non al sentimento della tolleranza, un pianeta che nega vi possa essere un Dio degli omosessuali e, qualora esista, non è il loro.

Bravi cristiani, oltranzisti che gridano il loro no alle unioni civili, solo il matrimonio in chiesa tra uomo e donna è perfezione, tutto il resto è opera del demonio.

Contrari anche al divorzio breve, come a suo tempo fu contestato il diritto di marito e moglie a sciogliere matrimoni falliti o ad abortire.

family day 2

Uno scenario medievale che alimenta paura e odio, un salto nella preistoria dei diritti civili, propagandando pericoli inesistenti sostenuti dall’invenzione della teoria gender.

In ogni caso manifestino pure, ma ci risparmino inopportune esibizioni di muscoli, sono già sufficientemente ridicoli.

http://www.articolotre.com/2015/06/family-day-la-preistoria-dei-diritti-civili/

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.