TwitterFacebookGoogle+

Fbi indaga su ex portavoce Trump e fratello Podesta

Washington- Il tempismo sul benservito – formalmente dimissioni accettate da Donal Trump – dato al capo della sua campagna elettorale Paul Manafort sembra essere spiegato oggi dalla Cnn che rivela come l’Fbi abbia aperto un’inchiesta su presunti episodi di corruzione al centro del quale c’e’ l’ex presidente ucraino filo-russo, Viktor Yanukovich. Tra gli indagati, sottolinea la rete di Atlanta, proprio Manafort che, come ha rivelato il New York Times, era nel libro paga di Yanukovych, che gli avrebbe elargito 12,7 milioni di dollari in nero tra il 2007 ed il 2012, ovvero due anni prima dell’inizio del movimento Euromaidan, che lo scalzo’ dal potere.

Il magnate lo ha scaricato dopo il caso fondi Ucraina

L’inchiesta e’ vasta, sottolinea la Cnn, e non si concentra su Manafort che sarebbe solo parte del sistema. Tra i sospetti c’è anche la società di pubbliche relazioni Podesta Group di Tony Podesta, fratello del clintoniano di ferro John Podesta, capo di gabinetto di Bill Clinton alla Casa Bianca (1998-2001) e attuale capo della campagna di Hillary Clinton.(AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.