TwitterFacebookGoogle+

Fbi teme complotto russo contro Clinton

New York – In Usa monta il timore che la Russia possa cercare di influenzare l’esito delle elezioni americane. L’Fbi ha reso noto che sta esaminando le denunce di ‘cyberintrusions” ricevute da molteplici entita’ politiche. Secondo il New York Times, l’attacco ai sistemi informatici democratici sembra provenire da ‘FancyBear’, che e’ collegato al G.R.U, il servizio di intelligence militare russo, “lo stesso operatore implicato nell’attacco al Comitato nazionale” del Partito democratico. Secondo una fonte “E’ lo stesso avversario: sono attori sofisticati”. Nelle ultime ore il Partito democratico americano ha fatto sapere di essere stato bersaglio di un nuovo attacco informatico e lo staff di Hillary Clinton ha aggiunto che e’ stato esso stesso vittima di un ‘hackeraggio’.

A una settimana dal furto di quasi 20mila messaggi di posta elettronica del partito, la campagna della Clinton ha ammesso che gli ‘hacker’ sono riusciti a entrare nel suo sistema. Nei giorni scorsi, il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, ha avvertito che la sua organizzazione e’ in possesso di “molto altro materiale” legato alla campagna residenziale americana. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.