TwitterFacebookGoogle+

Festa dei Musei, maratona di eventi con apertura serale

Roma – Il ministero dei Beni e delle attivita’ culturali e del turismo celebra la 24esime Conferenza generale dell’Icom (International Council of Museums),ospitata per la prima volta a Milano dal 3 al 9 luglio, organizzando la prima edizione della “Festa dei Musei” che si terra’ il fine settimana antecedente, sabato e domenica 2 e 3 luglio. A questo grande evento nazionale parteciperanno i principali musei statali e tutte le realta’ museali pubbliche e private. Al centro di questa inedita due giorni ci sara’ il tema del rapporto tra musei e paesaggi culturali, argomento individuato dall’Icom per il congresso di Milano. Sabato 2 luglio sara’ prevista nei musei una giornata dedicata agli eventi e un’apertura straordinaria serale al costo simbolico di 1 euro, mentre domenica 3 luglio l’ingresso sara’ gratuito come ormai e’ consuetudine ogni prima domenica del mese. “Il prossimo 2 e 3 luglio – afferma il ministro Dario Franceschini – sara’ un week end di festa per i musei e per la cultura, una maratona lunga due giorni durante i quali le famiglie potranno continuare a scoprire l’immenso patrimonio culturale italiano. Con la Festa dei Musei si raddoppia l’occasione di visita dei luoghi statali della cultura, grazie anche all’opportunita’ di potere assistere alle innumerevoli iniziative e eventi”.

Durante la “Festa dei Musei” verranno programmati eventi in diverse fasce orarie destinati a precisi segmenti di pubblico: attivita’ didattiche, visite guidate, proiezioni video, concerti, spettacoli teatrali e di danza, rievocazioni storiche e laboratori. Il sabato mattina sara’ dedicato alle famiglie e ai bambini con “Il Patrimonio per i bambini” dalle 9 alle 14, il sabato pomeriggio per curiosi e appassionati con “Il Racconto del Patrimonio, Largo all’esperto, Dietro il Patrimonio” dalle 14 alle 19 e, infine, il grande pubblico la sera con eventi aperti al concorso di tutte le arti con Lo spettacolo della cultura dalle 19 fino alla chiusura. La giornata di domenica sara’ invece integralmente dedicata a tutte le possibili categorie di pubblico con “Il Patrimonio per/di tutti”, con eventi incentrati sulla partecipazione ai beni culturali e paesaggistici e ampio spazio riservato a tutte quelle associazioni di cittadini e volontari che concorrono quotidianamente alla “vita” e alle “attivita’” di musei e luoghi della cultura.

Quest’ultimo tema, in particolare, intende dare maggiore risalto ai valori promossi dalla Comunita’ Europea con la Convenzione di Faro del 2005, un testo che introduce concetti come quelli di “eredita’ culturale” e “comunita’ di eredita’” capaci di porre l’attenzione sul patrimonio immateriale del nostro Paese e sul concorso dei cittadini alla sua valorizzazione, come espressione piu’ alta dei principi di eguaglianza. La Festa dei Musei nasce quest’anno, per iniziativa del MiBACT, in coincidenza con la 24esima Conferenza generale dell’Icom – International Council of Museum – la piu’ importante organizzazione internazionale dei musei e dei professionisti museali impegnata a preservare, ad assicurare la continuita’ e a comunicare il valore del patrimonio culturale e naturale mondiale. Per l’occasione migliaia di operatori museali si incontreranno per discutere di musei e paesaggi culturali a Milano dal 3 al 9 luglio. La scelta di organizzare la conferenza in Italia ha aiutato ad accrescere il ruolo della museologia italiana nella comunita’ professionale internazionale. Tutte le informazioni sugli eventi e sugli orari sono consultabili sul sito Beniculturali.it. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.