TwitterFacebookGoogle+

Fiera Levante, Renzi "non si blocchino opere pubbliche ma i ladri"

Bari – Dire no alle Olimpiadi a Roma significa “dire no a posti di lavoro e alla riqualificazione delle periferie”. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, da Bari alla Fiera del Levante, non ha mancato di polemizzare con il M5S criticando il fatto che “non si possono utilizzare le Olimpiadi come strumento per far pace all’interno di una faida di un movimento”. Del resto, ha ricordato come solo due anni fa, sempre all’inaugurazione della campionaria barese si parlava” dell’Expo e c’era chi diceva che sarebbe stata una schifezza, una mangiatoia, perche’ c’erano stati gli scandali e noi eravamo intervenuti creando l’autorita’ anticorruzione. Ma – ha insistito Renzi – e’ molto facile parlare, polemizzare poi c’e’ chi ha la responsabilita’ di fare le cose e se c’e’ uno scandalo non basta andare a gridare nei talk-show ” e allora secondo il premier ” non si blocchino le opere pubbliche, si blocchino i ladri e si mandino in carcere, non si dica di no alle opere pubbliche”.

Renzi, come vuole la tradizione della fiera barese, ha parlato del Mezzogiorno, dicendo di non credere ” a un Sud deindustrializzato, il Sud non puo’ essere solo il posto dove si viene a fare una bella vacanza”. Certo, nell’ultimo anno, c’e’ stata una lieve ripresa del pil peraltro troppo lenta, ma spesso ci si dimentica che “i dati di ripartenza – ha detto – scontano un passato che e’ semplicemente devastante, i numeri di prima sono quelli di un’ecatombe: dal 2008 al 2014 il Pil del Sud e’ crollato del 9% e quello del Centro Nord dell’1,4%. Dal 2008 al 2014 l’impresa al Sud ha conosciuto una battuta d’arresto senza precedenti. La piu’ grave dalla seconda guerra mondiale”.

“Va tutto bene discutere tra di noi ma ci rendiamo conto che fuori da qui c’e’ bisogno di un Paese piu’ semplice, piu agile, piu’ veloce, e che faccia una promozione internazionale che sia la promozione dell’Italia, il che non vuol dire non coinvolgere le realta’ dell’Italia – ha detto ancora Renzi – per esempio nella legge di stabilita’ faremo una norma, tra le tante, che e’ quella di dire a chi ha un albergo, e spero di inserire anche i ristoranti (stiamo vedendo le coperture) avra’ diritto a un super sconto, chiamatelo bonus o super-ammortamento, per il quale siccome la competizione e’ globale noi dobbiamo avere strutture che abbiano qualita’ nell’accoglienza, che abbiano la banda larga ovunque, che abbiano la possibilita’ di pagare con moneta elettronica. E dico a chi interverra’ nel 2017 con questo meccanismo, spendendo sull’azienda, noi saremo in grado di riconoscere uno sconto fiscale”.

Renzi non ha dimenticato anche il tema del terremoto ribadendo che “i politici non possono litigare” in tema di ricostruzione post terremoto e piu’ in generale sul progetto Casa Italia. “Giochiamola pulita questa partita, il rischio zero non esiste – ha sottolineato – ma con Casa Italia la prevenzione non sara’ piu’ solo una frase fatta”.Renzi ha anche reso noto che la Presidenza del Consiglio ha dato incarico di “liberare i primi cento milioni” da assegnare al dipartimento dei Vigili del Fuoco “per portare al passo con i tempi i mezzi con cui lavorano”.

“Penso che l’infrastrutturazione istituzionale del Paese sia troppo barocca, troppo complessa, troppo complicata per rispondere alla sfida” ha insistito Renzi sottolineando la “frammentazione delle competenze. Si dice sia giusto lasciare alla Regioni la competenza del turismo – ha aggiunto – io penso che questo abbia una logica se immaginiamo che il turismo sia essenzialmente accoglienza e non promozione nel mondo. Penso che l’atteggiamento che c’e’ stato di frammentare le competenze nei singoli territori sia stato un errore perche’ ha impedito al sistema Paese in quanto Paese di essere forte sui mercati internazionali”. Al termine della cerimonia inaugurale della 80^ Fiera del Levante Matteo Renzi ha sottoscritto , con il governatore Michele Emiliano, il patto per la Puglia che prevede due miliardi e 71 milioni di euro per infrastrutture e interventi in Puglia. In precedenza era intervenuto all’inaugurazione del ponte dell’Asse Nord Sud che con un ponte sospeso di circa 250 metri collega il porto del capoluogo pugliese con la tangenziale mentre prima della cerimonia in fiera ha incontrato i parenti delle vittime dello scontro tra treni avvenuto tra Andria e Corato nel luglio scorso..(AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.