TwitterFacebookGoogle+

Fiorello pompiere (a modo suo) contro i roghi a Messina

Non si ferma l’emergenza incendi a Messina, dove lunedì 14 roghi sulle colline circostanti hanno reso l’aria irrespirabile nella città. Evacuata la cittadella universitaria dell’Annunziata oltre a numerose abitazioni. Le fiamme minacciano la facoltà di Veterinaria e il maneggio dell’ateneo. Da domenica nell’area sono impegnate una decina di squadre di Vigili del fuoco e due Canadair.

I roghi hanno distrutto diversi pali dell’elettricità togliendo la corrente alle pompe che servono i serbatoi dell’acqua e questo ha comportato uno stop all’erogazione in molti centri collinari in molti centri collinari non arriva l’acqua. In città aria irrespirabile e pioggia di cenere che arriva dalle colline. Anche Fiorello si è mobilitato lanciando un appello su Twitter.

#messinabrucia pic.twitter.com/JoAsv6l5GA

— Rosario Fiorello (@Fiorello) 10 luglio 2017

Incendi sono divampati pure a Mili San Pietro, nella zona sud, e nella zona di Ali’ dove le fiamme hanno imposto la chiusura dell’autostrada Messina-Catania in entrambe le direzioni di marcia. Sulla A18, il fumo ha portato a una serie di tamponamenti che hanno causato due feriti, tra cui una donna incinta.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.