TwitterFacebookGoogle+

Fisco, nel 2016 scoperti 3.300 evasori totali

Roma-  Nei primi cinque mesi di quest’anno la Guardia di finanza ha scoperto 3.300 evasori totali e smascherato 840 societa’ “fantasma”, costituite per sfuggire al fisco; 220 i casi di trasferimento indebito all’estero di redditi societari mentre i patrimoni sequestrati ammontano a 300 milioni di euro.

E’ il primo bilancio della lotta all’evasione, all’elusione e alle frodi fiscali tracciato in occasione della celebrazione dei 242 anni di vita del Corpo, in programma alle 10,30 a Roma alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan e del comandante generale delle Fiamme gialle Giorgio Toschi.

Nei primi cinque mesi del 2016 la Guardia di finanza ha sottratto 220 aziende e sequestrato beni e patrimoni per 1,3 miliardi alla criminalita’ organizzata; 1.000 i denunciati per il reato di riciclaggio e 300 per quello di autoriciclaggio. E’ il consuntivo del contrasto alla criminalita’ economico-finanziaria reso noto in coincidenza del 242esimo anniversario di nascita del Corpo. Sempre da gennaio a maggio, le Fiamme gialle hanno sequestrato 6 tonnellate di droghe (748 i narcotrafficanti arrestati) e 41 milioni di prodotti con marchi contraffatti. L’attivita’ di controllo all’immigrazione via mare ha portato all’arresto di 33 scafisti. 

Dal primo gennaio di quest’anno la Guardia di finanza impegnata nella tutela della spesa pubblica ha segnalato danni erariali dovuti a sprechi e malagestione di risorse pubbliche per 2 miliardi di euro. Sono alcuni dei dati resi noti in occasione della celebrazione del 242esimo anniversario di fondazione del Corpo. Nello stesso periodo di tempo, le Fiamme gialle hanno individuato finanziamenti europei e nazionali illecitamente richiesti per un valore complessivo di 360 milioni di euro: 5.500 i frodatori di risorse pubbliche, 98 dei quali arrestati, e 1.850 i responsabili di reati contro la pubblica amministrazione, di cui 118 arrestati. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.