TwitterFacebookGoogle+

Fisco: Trentino Alto Adige piu' virtuoso, Calabria peggiore

(AGI) – Roma, 2 apr. – Il grado di fedelta’ fiscale premia le regioni del Nord e in particolar modo quelle del Nordest, dove la correttezza dei contribuenti nei confronti del fisco si attesta, secondo uno studio della CGIA, su livelli molto piu’ elevati che nel resto del Paese.
La palma dei cittadini piu’ ligi con il fisco spetta ai residenti del Trentino Alto Adige, dove il grado di valutazione della fedelta’ fiscale e’ il piu’ elevato (indice pari a 166,4). Seguono gli abitanti del Veneto e del Piemonte (entrambi con indice 133,5), quelli del Friuli Venezia Giulia (127,9), dell’Emilia Romagna (125,7), della Valle d’Aosta (123) e della Lombardia (121,5).
Nella terza fascia, quella medio alta, troviamo gran parte delle regioni del Centro, capeggiate dall’Umbria (117,2), mentre l’Abruzzo (101,3) e’ pressoche’ in linea con il dato medio Italia (100).
La rischiosita’ fiscale piu’ elevata, invece, la riscontriamo in particolar modo al Sud. Nella classe di fedelta’ medio-bassa si inseriscono la Puglia (95,6), la Basilicata (94,5) e il Lazio (92,1).
Infine, nella zona ad alta pericolosita’ fiscale troviamo il Molise (80,4), la Campania (79,7), la Sicilia (78) e, all’ultimo posto, la Calabria (73,8).(AGI)
.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.