TwitterFacebookGoogle+

Florida, polizia uccide afroamericano mentre cena in cortile

Roma – In Florida un afroamericano e’ stato ucciso dalla polizia venerdi’ scorso mentre cenava in giardino. Gli agenti, due bianchi, erano intervenuti in seguito a una chiamata della sorella della vittima per una lite in casa a Pompano Beach, durante la quale, secondo la donna, l’uomo, Gregory Frazier, 56 anni, aveva minacciato la figlia con un coltello. Ma, secondo la ricostruzione dei media locali, quando gli agenti sono arrivati sul posto l’allarme era rientrato e l’uomo stava consumando un pasto seduto in cortile.

Secondo la testimonianza del nipote della vittima, Quartaze Woodard, quando i due poliziotti hanno ordinato all’uomo di stendersi al suolo, il 56 ha risposto “lasciatemi in pace“. Ad un secondo analogo ordine degli agenti, la risposta e’ stata la stessa. A quel punto i poliziotti hanno sparato ferendo Frazier, che e’ morto nel suo cortile pochi minuti dopo. Un vicino di casa dell’uomo, Pastor Miguel Rosa, ha raccontato ai media locali di aver udito almeno cinque spari e di aver inizialmente pensato all’esplosione di fuochi d’artificio. “Non avrei mai chiamato la polizia se avessi saputo cosa sarebbe successo“, ha raccontato disperata la sorella della vittima, Deborah Frazier, al New Times Broward-Palm Beach. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.