TwitterFacebookGoogle+

Forteto, per Fiesoli è il giorno della verità

Attesa la sentenza in Cassazione.

Firenze, 23 ottobre  2017 – L’ora della verità per il Forteto. Oggi, con l’udienza in Cassazione, uno dei casi più oscuri avvenuti in Toscana potrebbe arrivare a un punto fermo. Le condanne per Rodolfo Fiesoli e alcuni suoi fedelissimi della comunità mugellana in cui, secondo due sentenze, si sono consumati abusi sessuali, fisici e psicologi sugli ospiti, per la maggior parte ragazzini affidati dal tribunale dei minori, potrebbero diventare definitive.

Ovviamente, pensano il contrario i difensori degli imputati, che hanno presentato una pioggia di appelli contro la decisione della corte d’appello, emessa nel luglio del 2016, le cui motivazioni hanno richiesto più dei canonici 90 giorni. E sperano in un ‘ribaltone’, in qualcosa di clamoroso, in quest’ultimo grado di giudizio. Clamoroso, appunto. Perché la sentenza d’appello, seppur ‘sconti’ qualche mese di condanna a Fiesoli in virtù soprattutto di alcune prescrizioni, ha sostanzialmente confermato l’impostazione della sentenza dei giudici Bouchard, Bilosi e Zanobini.

Ma la Cassazione ha già giudicato il ‘profeta’ Fiesoli e il suo braccio destro, l’ideologo della comunità Luigi Goffredi, sul quale pendono sei anni. NEL 1985, diventò definitiva la condanna per gli abusi che scaturirono nel primo arresto di Fiesoli e Goffredi del 1978, poi condannati rispettivamente a due anni il primo, dieci mesi il secondo, per accuse fotocopia rispetto a quelle che nel 2011 fecero spiccare al giudice, su richiesta del pm Ornella Galeotti, un nuovo mandato di arresto per Fiesoli. Se non ci fosse stato quel pesantissimo precedente, il caso Forteto non avrebbe assunto l’attuale risonanza. Perché il tribunale dei minori si tappò gli occhi? E’ la domanda che non trova ‘ufficialmente’ risposta. Ma l’imbarazzo resta.

Stefano Brogioni

http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/fiesoli-attesa-sentenza-cassazione-1.3482441

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.