TwitterFacebookGoogle+

Forum Pietroburgo: Putin, contro sanzioni, piu' liberta' business

(AGI) – San Pietroburgo, 19 giu. – La Russia sta rispondendo alle limitazione imposte dall’Occidente senza chiudere il suo mercato, ma estendendo la liberta’ del business. Lo ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin, nel suo intervento oggi alla sessione plenaria del Forum economico di San Pietroburgo. “L’essenza del programma di sostituzione delle importazioni – ha spiegato, davanti a politici stranieri e ai vertici delle maggiori societa’ internazionali operanti in Russia – non e’ quello di chiudere il nostro mercato, dissociarsi dall’economia mondiale, dobbiamo imparare a produrre in modo competitivo e di qualita’, rispondendo alla domanda non solo in Russia, ma anche nel mercato globale”. “Alla fine dei conti, il compito e’ utilizzare pienamente e in modo efficace le nostre opportunita’ interne per rispondere alle sfide dello sviluppo”, ha aggiunto il leader russo.

Il presidente Vladimir Putin e’ certo che la cooperazione della Russia con i partner occidentali continuera’. “La cooperazione attiva con i nuovi centri di crescita globale non significa che abbiamo intenzione di rapportarci con meno attenzione al dialogo con i nostri partner occidentali tradizionali. Sono sicuro che tale cooperazione continuera’ sicuramente”, ha detto parlando alla sessione plenaria del Forum. La Russia e’ riuscita a evitare la profonda crisi economica, che avevano predetto. Lo ha dichiarato il presidente Vladimir Putin. “L’anno scorso avevano previsto una profonda crisi economica per la Russia, ma questo non e’ successo. – ha ricordato – Abbiamo stabilizzato la situazione, fermato la volatilita’ negativa e stiamo affrontando un periodi di difficolta’ con fiducia”.

A suo dire, la Russia e’ riuscita a stabilizzare il corso della valuta, senza limitare il flusso di capitali e a controllare l’inflazione, la cui crescita e’ in calo. La Russia “e’ aperta al mondo per la cooperazione economica, scientifica e umanitaria. Siamo assolutamente sicuri del nostro successo”, ha aggiunto. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.