TwitterFacebookGoogle+

Francescani ma anche affaristi: 3 frati imputati di un buco di 20 milioni di euro

Il caso è stato aperto dalla Procura di Milano contro i tre frati, ex amministratori di tre enti dei Frati Minori.
globalist –
9 gennaio 2018 –

La Procura di Milano ha aperto un’imputazione nei confronti di tre frati francescani, responsabili a quanto pare di un buco di 20 milioni di euro nelle casse dell’ordine. Ex amministratori di tre enti dei Frati Minori, nel caso sarebbe coinvolto anche un sedicente broker, Leonida Rossi, poi morto suicida. Secondo la Procura di Milano, Rossi avrebbe ricevuto dall’Ordine dei frati minori, tra il 2007 e il 2014, somme fino a venti milioni di euro. Questi fondi sarebbero stati investiti in Svizzera a tassi di interesse interessanti. In un secondo momento, secondo quanto denunciato dai religiosi, Rossi non avrebbe restituito i soldi.

Il gip Maria Vicidomini ha respinto una richiesta di archiviazione e disposto l’imputazione coatta.

http://www.globalist.it/news/articolo/2018/01/09/francescani-ma-anche-affaristi-3-frati-imputati-di-un-buco-di-20-milioni-di-euro-2017540.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.