TwitterFacebookGoogle+

Franceschini, con Rondi se ne va protagonista cinema italiano

Roma – “Con la scomparsa di Gian Luigi Rondi se ne va un grande testimone e protagonista del cinema italiano. Un critico eccezionale, il padre dei David, un uomo che ha lavorato tutta la vita, senza mai fermarsi, per sostenere la nostra industria cinematografica con la freschezza e la vitalita’ che lo contraddistinguevano”. Cosi’ il ministro dei beni e delle attivita’ culturali e del turismo, Dario Franceschini che ricorda le tante riunioni avute negli scorsi mesi per rendere permanente il finanziamento al David di Donatello. “Un riconoscimento da lui voluto e di cui era particolarmente orgoglioso”, conclude il ministro.(AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.