TwitterFacebookGoogle+

Frasce choc sui Maro', "che li impicchino!". Si dimette segretario Prc di Rimini

(AGI) – Rimini, 13 lug. – Dopo le scuse arrivano le dimissioni. Il segretario di Rifondazione comunista di Rimini, Paolo Pantaleoni, ha rimesso il mandato a disposizione della Federazione dopo le polemiche scoppiate per il suo post “Non e’ ora che impicchino i due maro'” pubblicato ( e poi cancellato) su Facebook. “L’ho detto nei giorni scorsi alla stampa locale, lo ripeto oggi: il mio post sui maro’ – ha dichiarato Pantaleoni – e’ stato una colossale scemenza, di cui mi scuso con tutte le persone che ho urtato, ferito ed infastidito”.

L’esponente del Prc di Rimini ha definito l’episodio “una battuta a fronte dei tanti politici che usano parole violente contro i profughi e gli stranieri ma, ribadisco, e’ stata una battuta sbagliata e altrettanto violenta: una violenza verbale che e’ esattamente cio’ in cui non credo. Percio’ sono doppiamente mortificato”.

Pantaleoni si e’ poi scusato con il suo partito, Rifondazione comunista e con la “comunita’ politica di donne e di uomini di cui faccio parte. Cio’ che ho scritto – ha ribadito – e’ distante anni luce da cio’ che pensa e pratica il Prc. Mi scuso sapendo che in questi giorni siamo impegnati a fianco del popolo greco e invece Rifondazione andra’ sui giornali per questa mia scemenza”.Poi la decisione di presentare le dimissioni: “convinto di tutto questo – ha concluso Pantaleoni – rimetto il mio incarico a disposizione della Federazione di Rimini”. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.