TwitterFacebookGoogle+

Galantino, nuovo affondo contro il governo: Senza sinergia non va da nessuna parte

ROMA – “Senza sinergie non si va da nessuna parte. Se il Governo pensa di andare avanti da solo perderà pezzi di gente, pezzi di consenso”. Lo ha detto monsignor Nunzio Galantino, segretario della Cei, parlando a margine della cerimonia della Supplica alla Madonna di Pompei (Napoli). Un affondo che arriva a pochi giorni da un altro discorso molto critico, quello pronunciato al termine dei lavori del consiglio permanente dei vescovi.”Tenendo l’orecchio appoggiato alla storia comune della gente vediamo i limiti di certe agende politiche”, ha aggiunto.
 
Per monsignor Galantino – che è considerato il plenipotenziario del Papa per l’Italia – è necessario “mettere al centro la famiglia, la formazione, il lavoro, i nostri giovani; quando non si fa questo si tradiscono le attese della gente”. I toni del suo appello si fanno accorati: “Imploro i responsabili della vita pubblica a guardare in maniera meno distratta e piu’ concreta alla famiglia”. La sintesi del richiamo è sempre la stessa: più sostegno al reddito e più aiuti alle famiglie. Già il presidente dei vescovi, Bagnasco, aveva chiesto alla classe dirigente di “fare rete”. Bergoglio d’altronde è stato chiaro sul ruolo delle conferenze episcoopali: nessuna interferenza, nessun intervento dei vescovi in politica. Ma la Chiesa non può restare indifferente davanti al malessere delle fasce popolari davanti alla crisi.
Argomenti:
cei
Protagonisti:
Nunzio Galantino

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.